1. Home
  2. Edizioni
  3. 2016
  4. Bianchini alessia

Bianchini Alessia

IBRID

Una sfida che prova ad adattare tessuti plastificati e plastiche trasparenti alla luminosità e al fascino di una gemma.

Linearità la parola chiave di una collezione dalle forme geometriche, dai tagli netti e semplici, animati da tinte eccentriche e arricchiti dall’enigmatico riflesso di ogni singola pietra.

Spalle dritte, kimono, minigonne, linee trapezio sono i punti focali di questa capsule collection, che riporta al presente gli enigmatici e ribelli anni Sessanta.

L’assenza di sfumature di un tessuto piatto come la plastica si contrappone alle tante sfaccettature che compongono una gemma, creando un insieme contraddittorio e moderno.  Il trionfo di uno stile minimale, freddo e statico nelle forme ma colorato e appariscente nei materiali.

E proprio qui si nasconde l’essenza di ogni abito, unendo vecchio e nuovo, riconciliando passato e futuro, giocando sulla tradizione e il simbolismo di una gemma con l’impatto e la novità di un materiale come la plastica.

Ibrido come l’abbraccio di due realtà opposte e cucite insieme: ago e filo animano ricchezza e mediocrità insieme a estetica e funzionalità.