1. Home
  2. Blog
  3. La moda etica di stella mccartney e la vittoria della sua falabella bag
  • ven 12 maggio

    La moda etica di Stella McCartney e la vittoria della sua Falabella bag

    La scorsa settimana abbiamo parlato di etica nella moda, oggi apriamo una piccola finestra su una stilista che della moda etica è paladina. 

    Si tratta di Stella McCartney. Stilista inglese (figlia di Paul McCartney dei Beatles) e firma internazionale della moda ecosostenibile e cruelty free. 

    Avete presente la sua Falabella bag? Lanciata nell’inverno del 2010 è una delle borse più rappresentative di questo brand e - come tutti i prodotti firmati dalla designer - anche la Falabella è fedele alla filosofia cruelty free. Infatti è realizzata con una speciale eco alter nappa prodotta con oli vegetali e le sue fodere sono realizzate con bottiglie in plastica riciclate. Caratterizzata da dettagli di catena intrecciata e declinata in molteplici varianti di misure e colore, la Falabella bag (nella foto un modello) è divenuta negli anni uno dei pezzi più venduti e di conseguenza anche copiati!

    Qualche differenza tra la versione originale e quella contraffatta? Innanzitutto il prezzo! E naturalmente i materiali: prodotti ecosostenibili e innovativi per la versione originale, pelle di origine animale per la versione contraffatta.

    Bene, è notizia di pochi giorni fa che Stella McCartney ha vinto una causa contro la società italiana che produceva imitazioni della sua iconica Falabella. Contraffazione dei disegni e dei modelli registrati, oltre a concorrenza sleale ai danni della stilista. Questo è quanto accertato dalla sentenza del Tribunale di Milano.

    Il risultato è che l’azienda italiana, autrice della contraffazione, è stata condannata a corrispondere un risarcimento dei danni pari a 110 mila euro, anche a titolo di “pregiudizio all’immagine della stilista”.

    Ma soprattutto con tale provvedimento è stato tutelato il messaggio ambientalista di cui il brand Stella McCartney è portavoce. Messaggio insito in ognuna delle sue Falabella, che appunto esclude l’utilizzo di qualsiasi materiale di origine animale e prevede l’investimento nella ricerca di materiali alternativi ed ecosostenibili.

    Le collezioni Stella McCartney vanno dal ready to wear femminile, uomo, agli accessori, alla lingerie, agli occhiali, ai profumi fino a una linea per bambini. Tutto realizzato nella più assoluta ecosostenibilità.

    Come leggiamo dalla presentazione online, la stilista è vegetariana da sempre, non usa né pelle né pelliccia per le sue creazioni e soprattutto è a capo di un’azienda responsabile, onesta e al passo coi tempi.

    Merilù Barbaro

    Falabella bag