1. Home
  2. Blog
  3. Il simbolo della couture made in italy e della sua promozione ecco la giuria in arrivo a fashionpuglia
  • lun 24 luglio 2017

    Il simbolo della couture Made in Italy e della sua promozione, ecco la giuria in arrivo a FashionPuglia

    GIANNI MOLARO

    Stilista Art Couturier

    Considerato dalla stampa di settore il profeta dell’Art Couturelo stilista Gianni Molaro è noto al grande pubblico per il suo ruolo da tutor presso l’Accademia della moda di Detto Fatto su Rai2.

    Uno stilista da record. Giovanissimo nel 1990 apre il suo primo atelier a San Giuseppe Vesuviano. Tra il 1993 e il 1998 i suoi tre eventi da Guinness: il velo da sposa più lungo del mondo (326,70 metri), l'abito da sposa più largo del mondo (oltre 13 metri di diametro) e l'abito da sposa più prezioso al mondo (tempestato da 7 mila diamanti). Nel 1999 Santo Versace lo sceglie come giovane stilista da introdurre nel calendario dell'Alta Moda romana. Inizia così la sua avventura nell'Haute Couture Capitolina. Finché nel giugno 2012 inaugura l’atelier romano di Piazza di Spagna, coprendo per l'occasione la grande scalinata con 3 mila metri di tulle bianco. Più volte le sue creazioni hanno calcato il palco di Sanremo e nel 2010 veste Nilla Pizzi per il premio alla carriera.

    Per la stampa di moda Molaro è lo stilista più creativo per gli abiti da sposa. Circondato da una brigata di sarte, ricamatrici e modelliste, lo stilista prosegue la sua ricerca di ricami, forme e scollature per rendere la sposa preziosa e raffinata, romantica e femminile, sensuale e solare.

    BIANCAMARIA GERVASIO

    Fashion Creative Director e Senior Designer

    Abbiamo conosciuto Bianca durante il Contest ATuttaModa e le selezioni dei giovani stilisti, per le quali era in commissione. Leggete qui l'articolo a lei dedicato.

    Biancamaria Gervasio

    ANTONIO FRANCESCHINI

    Responsabile Nazionale CNA Federmoda

    E’ uno dei massimi esperti europei di fiere e internazionalizzazione, oltre a essere l’anima di Riccione Moda Italia. Ecco le parole di Antonio Franceschini sul ruolo di Federmoda per i giovani stilisti: “CNA Federmoda ha ormai da anni posto tra le priorità del proprio impegno l’investimento sui giovani, su giovani stilisti e più in generale verso i giovani che ambiscono a entrare nel mondo della moda. Lo facciamo investendo nel rapporto con le scuole di ogni ordine e grado, portando l’esperienza e le competenze dei nostri imprenditori all’interno delle scuole. Creatività e saper fare costituiscono il valore aggiunto della nostra filiera moda, per questo risulta indispensabile supportare il sistema delle imprese con quell’innovazione e quel trasferimento di competenze che vanno a implementare la nostra radicata capacità di grandi manifatturieri. Intensificare il rapporto tra mondo delle imprese e giovani designer porta a stimolare e supportare la ricerca e l’innovazione offrendo agli imprenditori l’opportunità di confrontarsi con quanto di nuovo nello stile, nell’uso dei materiali, nei colori emerge dal giovane designer, che sperimenta, azzarda e che può rivelare buone potenzialità di resa e di sviluppo nel business. Questa relazione diventa un’opportunità di approfondimento delle conoscenze professionali per i giovani e un importante trampolino per intraprendere la carriera in questo meraviglioso e poliedrico mondo”.

    Antonio Franceschini