1. Home
  2. Blog
  3. Guarisco dalla testa cosi african fashion gate apre le porte alla bellezza oltre la malattia
  • lun 31 luglio 2017

    Guarisco dalla testa. Così African Fashion Gate apre le porte alla bellezza oltre la malattia

    Modelle africane che aiutano donne sottoposte a cure oncologiche a sfilare, a posare e a intrecciare - in modo femminile e nel tipico stile della cultura africana - foulard realizzati a più mani. La parrucca così sostituita dai colori dell’Africa lascerà il posto al sorriso e alla bellezza.

    E’ il progetto African Fashion Therapy - Guarisco dalla testa attuato da African Fashion Gate, Associazione No Profit ideata da Nicola Paparusso, che punta a favorire lo sviluppo sociale e culturale dell’Africa attraverso la moda e l’arte. Tra i nuovi partner di FashionPuglia, l'associazione AFG presenterà il suo progetto portando in passerella la sfilata dei copricapo realizzati a quattro mani da Anggy Haif (stilista francese in foto) e Massimo Orsini (stilista italiano), e indossati da alcune pazienti in cura nel reparto oncologico dell’ospedale Perrino di Brindisi. 

    I copricapo diventano simbolo di speranza per tutte le donne in lotta contro il cancro. Perché il copricapo realizzato con un rotolo di tessuto, che la tradizione fa risalire al XIX secolo, consentirebbe a tutte quelle donne, che si trovano ad affrontare la perdita dei capelli nel percorso di cura del tumore al seno, di attivare meccanismi di resilienza efficaci. Preservare e valorizzare la propria femminilità in una situazione che non può essere cambiata consentirebbe loro di proteggere e preservare la sfera psicologica cosi fortemente intaccata dalla malattia e dalla terapie per la sua cura.

    Il progetto Guarisco dalla testa viaggia verso questa direzione e pone il suo sguardo etico e sociale in direzione del reparto Oncologico dell’Ospedale Perrino di Brindisi, mettendo al centro la donna e il suo bisogno di femminilità, oltre la malattia e le cure. Selezionate dalla top model degli Anni Novanta Jelena Ivanovic, affiancate in un corso di portamento dalla modella africana Marietou Dione, e seguite personalmente dalla leggenda della danza classica Raffaele Paganini, le pazienti diventano  modelle per un giorno. Tutto questo, ripreso dalle telecamere, diventerà un docufilm promotore di messaggi di positività. A dirigere il lungometraggio Giulia Drazza e Nicola Paparusso. Produzione Saltoquantico. 

    Inoltre a FashionPuglia sfileranno i Cigni Neri di African Fashion Gate, al fine di affermare l’importanza delle pari opportunità per le modelle di colore nel fashion system.

    L’associazione AFG aprirà i lavori sin dalle ore 10 di sabato 5 agosto a Brindisi presso Palazzo Granafei Nervegna, presentando il Congresso Mondiale delle Donne, della Moda e del Design dal titolo: La Moda Veste La Pace.

    Anggy Haif